I ragazzi dell'ACR e Il seme, il fiore e il frutto

Ritiro d’Avvento con l’ACR.

Una cinquantina di ragazzi provenienti da varie parrocchie ha partecipato, domenica 1° dicembre, al ritiro di Avvento organizzato dall’ACR diocesana. Il momento, particolarmente significativo, si è inserito nel percorso annuale delle “domeniche acr” e si è tenuto nella splendida cornice della nostra Cattedrale. I ragazzi, accompagnati dagli educatori, hanno partecipato insieme alla Messa animata da giovani e da bambini della comunità e celebrata da Don Stefano, parroco e assistente ACR, che ha aiutato i partecipanti a scoprire o riscoprire il significato di questo Tempo liturgico.

Il Dio che viene ci chiama infatti  a maturare la capacità di accoglierlo, di farlo entrare nella nostra vita per rinnovarla e riempirla di senso, di gioia e di speranza. Si tratta di una duplice attesa: quella dell’uomo e quella di Dio, perché duplice è il viaggio, quello di Dio verso l’uomo e quello dell’uomo verso Dio.

Dopo la celebrazione, un breve momento di gioco e il pranzo, preparato da alcune signore della parrocchia che si sono rese disponibili a questo servizio.

Ancora il Duomo protagonista nella prima parte del pomeriggio. Con la competenza e l’aiuto del professore e biblista Fausto Negri, infatti, i ragazzi hanno scoperto nella facciata, vera enciclopedia di pietra, alcuni simboli biblici, legati in particolare alla venuta di Cristo. Alla fine di questo percorso, si sono formati due gruppi, quello delle medie, che si è intrattenuto con Don Stefano per approfondire i temi emersi, e quello dei più piccoli, che hanno proseguito, con una sorta di ‘caccia al tesoro’, la loro ricerca sui bassorilievi.

Ricomposto il gruppo, tutti i ragazzi sono stati invitati a disegnare se stessi come un seme, dopo aver riflettuto sulla propria individualità, sugli aspetti positivi da migliorare o accentuare al fine di diventare fiori e frutti per sé e per i fratelli.

Gradita sorpresa, la visita del Vescovo Sua Eccellenza Mons. Carlo Mazza, che si è intrattenuto a conversare con i ragazzi invitandoli a vivere la Speranza in attesa della venuta del Signore.

L’ultimo momento del ritiro è stato carico di suggestione. In assoluto silenzio, il gruppo si è raccolto  per alcuni minuti di meditazione intorno ad  un singolare presepe, preparato dagli educatori con tronchi, cortecce e fiori, riprendendo il tema della lettera pastorale del Vescovo “Il seme, il fiore, il frutto”. Accanto a Gesù tutti  hanno poi deposto i disegni con i loro propositi.

Mara Dallospedale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

9.jpg

Sostieni AC

Cerca

Eventi

Maggio 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Facebook Image

Link

News su AC