Moto di Rivoluzione: Giovanissimi pronti a ripartire!

Per cosa sareste disposti a scendere in piazza, a protestare, a fare una rivoluzione?

Con questa provocazione è iniziato il cammino del nuovo anno associativo per il gruppo dei giovanissimi, al primo ritrovo dopo il campo online tenutosi quest’estate. Negli occhi dei ragazzi c’era tanta voglia di rivedersi e raccontarsi, di passare tempo insieme e rimettere in movimento il settore dopo i mesi di lockdown. Il tema li ha colti di sorpresa: rivoluzione? Per cosa? Perché? Con chi? E’ emerso il tema ecologico, con un ambiente da salvare e l’immagine del conto alla rovescia proiettato a New York negli scorsi giorni.

Scavando nelle loro piccole realtà i ragazzi hanno trovato luoghi ed esperienze che sarebbero pronti a rinnovare: la scuola, con la didattica mista a distanza e in presenza; l’oratorio, un tempo luogo di ritrovo e ora così distante dopo i mesi di chiusura… E poi i grandi temi dell’adolescenza: le relazioni, le amicizie, le passioni così difficili da conciliare con una vita che va a ritmi elevatissimi. Sono tante le cose che stanno a cuore ai giovani, e tante sono le piccole rivoluzioni che ciascuno di loro può operare.

Rivoluzione non in sé e per sé, ma con un obbiettivo, con dei compagni di viaggio, che si basi su valori chiari e condivisi e soprattutto che costruisca invece di distruggere. Una rivoluzione che parte dal mettersi al servizio, rimboccandosi le maniche e lavorando. Ecco il nesso con il tema del servizio proposto quest’anno dall’Azione Cattolica: la vera rivoluzione del cristianesimo non è la promessa di gloria eterna (“Concedici di sedere, nella tua gloria, uno alla tua destra e uno alla tua sinistra” Mc 10, 37) ma la bellezza di mettersi al servizio dei bisogni dell’altro nei luoghi in cui si vive.

 

Così, dopo un brainstorming sulla “rivoluzione” e la condivisione di alcune prime idee, i giovanissimi sono stati buttati nella mischia: divisi in due gruppi, hanno avuto mezz'ora di tempo per pensare ai bisogni che trovano laddove vivono la loro vita (inutile dire che entrambi i gruppi si sono concentrati sulla scuola!) e a cosa fare concretamente per risolverli.

Aule studio, proposte per una migliore gestione dell’emergenza sanitaria in classe permettendo a tutti di partecipare alle lezioni in presenza, metodi didattici che diano rilevanza al lato pratico oltre che a quello teorico, laboratori, esperienze: sono alcune delle proposte emerse dai loro lavori di gruppo… in soli 30 minuti!

Il cammino di ACG è ufficialmente iniziato: sotto il segno di questa rivoluzione positiva, che cammina sulla strada del servizio, i giovanissimi stanno per imbarcarsi in un anno ricco di esperienze e stimoli per andare davvero a fondo del tema “Moto di Rivoluzione” che tutto il settore seguirà a livello nazionale. Oltre ai tradizionali ritiri di avvento e quaresima, il calendario dei giovanissimi vede aggiungersi la Giornata d’Autunno e un nuovissimo appuntamento: la gita di Primavera!

In quali ambiti mettere in moto una rivoluzione? Con quali compagni di viaggio? Su che valori basare questa rivoluzione?

La risposta nelle prossime puntate!

Tommaso e Mattia
Vice Presidenti Settore Giovani

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

3.jpg

Sostieni AC

Cerca

Eventi

Novembre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Facebook Image

Link

News su AC