VIVERE LA FEDE NEL QUOTIDIANO

Dopo un’estate intensa dal punto di vista della fede e della condivisione (GREST, campeggi, momenti di condivisione...) è difficile tornare alla routine di tutti i giorni, ma soprattutto è difficile vivere il proprio essere cristiani nei contesti quotidiani. Con il proposito di affrontare il tema del disagio e della difficoltà di vivere la fede nei contesti quotidiani come la scuola, lo sport e la famiglia, l’Equipe giovani ha pensato ad una giornata insieme ai ragazzi per dar loro modo di riflettere e di mettersi in gioco circa il tema della fede vissuta nel quotidiano.

L’idea nasce anche in risposta al disagio che molti giovani hanno esternato durante il campo estivo a Pila, circa la grande difficoltà di vivere giorno per giorno la parola del Signore e di comunicarla anche agli altri. Così il 30 settembre scorso una trentina di ragazzi si sono ritrovati nella parrocchia di Croce Santo Spirito a Castelvetro per vivere una giornata insieme partendo con messa delle 10 celebrata dall’assistente generale Don Mauro e proseguita con il pranzo gentilmente preparato da alcuni genitori.

La prima parte del pomeriggio ha visto i giovani impegnati in un momento di riflessione e preghiera, guidato da Arianna, all'interno del quale sono state lette testimonianze di ragazzi e ragazze credenti che vivono situazioni di difficoltà in famiglia, a scuola e nello sport. Al termine di questa prima parte i ragazzi sono stati invitati a dividersi in gruppi a seconda del contesto in cui avvertono maggiore disagio, per discuterne insieme e cercare qualche possibile soluzione; si sono formati così tre gruppi (uno per lo sport e due per la scuola).

 

Nei dei vari gruppi i giovani hanno avuto la possibilità di confrontarsi tra loro sul disagio sperimentato in quel contesto, ne è nato un dialogo avvincente sui modi con cui ognuno cerca di superare le difficoltà di una società sempre più indifferente ai temi della fede. Terminato questo secondo momento i vari gruppi sono stati invitati a mettere in scena il disagio più comune vissuto nel contesto scelto e una possibile "soluzione" ovvero un modo per far fronte alla difficoltà sperimentata. Ne sono  venute fuori due scenette divertenti ma che allo stesso tempo hanno fatto riflettere i presenti.

Il pomeriggio si è chiuso con un momento di preghiera in chiesa guidato dal diacono Riccardo che ha concluso dicendo ai ragazzi che non esiste una ricetta scritta per risolvere le loro difficoltà nel vivere la fede nel quotidiano, ma che comunque  possono contare sul gruppo di amici in parrocchia per condividere i problemi e anche sul gruppo di educatori e animatori di AC per dialogare e confrontarsi e che non devono dimenticare che anche nei momenti di maggiora difficoltà c’è qualcuno là in alto che ci guarda e ci accompagna nella vita di tutti i giorni perché come recitava il titolo del foglietto che trovate in allegato "Egli darà ordine ai suoi angeli di custodirti in tutte le sue vie" (Sal 91, 11-12).

Michele Baschieri

 Il libretto per la riflessione - Download (203 KB)  Il sussidio di Riccardo - Download (186 KB)