Rimanere, andare e gioire

Sono tre le parole che Papa Francesco ha lasciato ai delegati alla XV Assemblea Nazionale e ai presidenti parrocchiali dell’Azione Cattolica, incontrandoli in Aula Nervi: rimanere, andare e gioire.

Ha affermato che rimanere non significa rimanere chiusi ma “Rimanere con Gesù, rimanere e godere della sua compagnia”. Il secondo verbo è andare. “Mai un’Azione Cattolica ferma, per favore!...Andare per le strade delle vostre città e dei vostri Paesi, e annunciare che Dio è Padre e che Gesù Cristo ve lo ha fatto conoscere, e per questo la vostra vita è cambiata..”.

“E infine, gioire. Gioire ed esultare sempre nel Signore! Essere persone che cantano la vita, che cantano la fede”.

“Mai statue da museo” è stato il grido di Francesco all’AC. Poco prima nel suo saluto al Santo Padre il nuovo assistente generale Mons. Mansueto Bianchi aveva affermato, che gli aderenti all’Azione Cattolica potevano essere gli asini che portano i pesi della Chiesa. Quindi Papa Francesco ha riecheggiato “siate asinelli, ma mai statue da museo, per favore, mai!”.

Era stato proprio Mons. Bianchi ad aprire l’Assemblea Nazionale, a cui ha partecipato anche la delegazione fidentina guidata dal presidente diocesano Massimiliano Franzoni e composta da Denise Biemosi, Michele Baschieri e Arianna Porcari. All’incontro con Papa Francesco hanno partecipato anche le presidenti parrocchiali delle associazioni della nostra diocesi: Paola Allegri, Rossella Negri, Giampiera Rossetti e Alessandra Biazzi.

Sferzanti sono state la parole di Mons. Bianchi durante la Veglia dedicata al lavoro e ai temi della crisi alla vigilia della festa di San Giuseppe Lavoratore.

“Guardo con preoccupazione – ha osservato il presule – a chi coniuga soltanto verbi del ritorno: ritornare a consumare, a produrre, a spendere, come se la strada verso il futuro fosse la strada del ritorno al passato…Quello che stiamo vivendo, ci chiede di cambiare il modello delle nostre relazioni, anche della relazione economica. Non si può permettere al mercato di fare “macelleria umana” e solo dopo intervenire – come società, volontariato, Chiesa – per curare i feriti e seppellire i morti del massacro che è stato compiuto. Ci vuole un’economia che abbia al suo interno spazio per la gratuità, dove ci sia strutturalmente spazio per chi è fragile. Un’economia amica dei popoli, delle persone, della felicità”.

Come dure sono state le parole del segretario della Cei Mons. Nunzio Galantino. “La gioia di vivere – evocata nel titolo dell’Assemblea Nazionale – è il frutto di una vita vissuta con dignità”. Anche nelle nostre realtà si ha la capacità di incarnare il peggio di quello che avviene fuori dalla Chiesa. Cosa se ne fa il mondo di una Chiesa che difende i suoi privilegi e le sue posizioni e di una Chiesa che mette su adunate inconcludenti. Il mondo ha bisogno di una Chiesa in uscita che metta in pratica l’Enciclica dei gesti che Papa Francesco sta scrivendo dall’inizio del suo pontificato. Anche il segretario di Stato il Cardinale Pietro Parolin ha evidenziato quanto l’Azione Cattolica deve farsi interpellare dall’invito del Papa a raggiungere le periferie esistenziali. Parolin ha invitato l’AC ad essere come l’apostolo Andrea, che sa vedere la disponibilità di cinque pani e due pesci di un giovane, come la possibilità di cambiare.

Parole senza appello quelle del presidente nazionale uscente Franco Miano, che ha affermato come in questa crisi infinita “il tempo delle analisi è finito”. Dobbiamo affrontare i problemi gravi come una criminalità organizzata che dal Sud raggiunge il Nord e prolifera su nuove pestilenze come il gioco d’azzardo. La buona vita è disorganizzata rispetto alla malavita. Non riusciamo a fare rete e ad essere efficaci. Anche Miano ha invitato a prendere in mano con forza l’invito di Papa Francesco ad una Chiesa in uscita, che si specchia in un pontificato che è il Concilio all’opera. Dobbiamo essere convinti che la realtà è superiore alle idee.

Massimiliano Franzoni


Documenti:

Discorso di Papa Francesco ai delegati e presidenti Parrocchiali di Azione Cattolica - download - Pdf (36 Kb)

Messaggio dell'Assemblea nazionale alla Chiesa e al Paese - Roma, 3 maggio 2014 - download - Pdf (81 Kb)