Tre giorni di preghiera e formazione in vista della ripresa delle attività

Prima di iniziare il nostro anno associativo abbiamo dedicato tre giorni alla formazione e alla preghiera a Siccomonte dal 10 al 12 Settembre scorsi.

L’iniziativa che ha coinvolto 25 persone tra membri consiglio diocesano ed educatori dei vari settori si è aperta il venerdì pomeriggio con un’interessante lectio tenuta da SE il Vescovo Ovidio sul vangelo icona dell’anno associativo “Fissi sui di Lui” (Lc 4,14-21). Nel brano troviamo Gesù nella sinagoga di Nazareth che legge un rotolo in cui il profeta Isaia parla di qualcuno “mandato per portare ai poveri un lieto messaggio, per proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista”.

Dopo la lettura del testo Gesù ha gli occhi di tutti i presenti “fissi sopra di Lui”, sono sguardi ricchi di attesa e di speranza. È lo stesso Gesù che, rompendo quel silenzio, annuncia l’adempimento della scrittura appena letta: è Lui che è venuto ad annunciare il lieto messaggio, è Lui il protagonista di quel passo appena letto.

La serata è proseguita con un momento di adorazione guidata dall’assistente dell’ACR da Don Francesco Mazza sul tema “Punti di vista”. Il giorno seguente l’attenzione del gruppo si è focalizzata sul documento assembleare nazionale intitolato “Ho un popolo numeroso in questa città”. Il testo, uscito dall’ultima assemblea nazionale svoltasi a maggio, contiene le linee guida entro le quali l’Ac è chiamata a spendersi nel prossimo triennio associativo. Cuore del documento e oggetto del dialogo che ne è scaturito è lo stile che l’Ac è chiamata ad avere, uno stile che deve essere quello dei “discepoli-missionari”, capaci, tramite il discernimento, di interpretare i segni dei tempi per essere testimoni credibili del vangelo in un tempo che invita sempre più ad adottare soluzioni creative di annuncio abbandonando la logica del “si è sempre fatto così”.

La tre giorni si è poi conclusa la domenica con la distribuzione dei sussidi con i cammini formativi dei vari settori e la S. Messa.

Molto soddisfatto dell’esperienza il presidente diocesano Michele Baschieri: “Avevamo tutti bisogno di questo momento di preghiera e formazione, avevamo bisogno di stare insieme qualche giorno per poter condividere gioie e preoccupazioni che accompagnano il nostro impegno all’interno dell’associazione dopo mesi davvero difficili. Ritengo un dono prezioso quello di riuscire, in questo tempo complicato, a mettere insieme giovani e adulti intorno a un tavolo per riflettere, dialogare e immaginare come rendere migliore la nostra Chiesa”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

We_love_AC.jpg

Sostieni AC

Cerca

Eventi

Dicembre 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Facebook Image

Link

News su AC