SAN DONNINO PORTA FIDEI PER I CRISTIANI DI FIDENZA

"San Donnino è la Porta Fidei di tutta la Chiesa di Fidenza". È questa l'affermazione centrale dell'Omelia del Cardinale Dionigi Tettamanzi, Arcivescovo emerito di Milano, pronunciata nel Pontificale di San Donnino in Cattedrale.

Il Cardinale ha presieduto la Celebrazione in onore del Patrono della nostra Diocesi, in una chiesa Cattedrale gremita di fedeli e delle maggiori autorità civili e militari del nostro territorio.

Tettamanzi è stato introdotto dalle parole del Vescovo Carlo Mazza, che ha ricordato come l'episcopato del Cardinale brianzolo passerà allo storia della Chiesa italiana per la sua grande umanità e per aver riportato all'attenzione di tutta la Chiesa italiana il tema della solidarietà in un momento particolarmente difficile per il nostro paese.

Il Vescovo Mazza ha indicato Dionigi Tettamanzi, dopo avergli fatto gli auguri per l'onomastico che cadeva proprio il 9 ottobre, come degno successore, sulla cattedra di Ambrogio e di Carlo Borromeo, del "caro Carlo Maria Martini". Mazza ha anche ricordato il tempo passato insieme alla Conferenza Episcopale Italiana, di cui Tettamanzi è stato segretario generale, dove "ne ho potuto apprezzare – ha affermato il Vescovo – le grandi doti umane".

Il Cardinale Tettamanzi nella sua omelia ha sottolineato come, nonostante il suo martirio risalga al terzo secolo dopo Cristo, la figura di San Donnino rimanga ancora fortemente attuale. "È una qualità propria dei Santi quella di rimanere misteriosamente nostri contemporanei". Mentre si avvia l'Anno della Fede San Donnino ci ricorda che non c'è fede senza testimonianza, come il suo essere pellegrino ci spinge a metterci in cammino.

San Donnino è la Porta Fidei della Chiesa fidentina e come afferma il Santo Padre Benedetto XVI: "La porta della fede è sempre aperta" e Donnino continua a sostenere con la sua testimonianza il cammino della Chiesa e della città di Fidenza.

Facendo una precisa esegesi del Vangelo di Giovanni, utilizzato per la celebrazione, Tettamanzi ha ricordato come i greci chiedessero a Filippo di volere vedere Gesù e come tutta risposta il Signore si presenta come il chicco di grano che muore per portare molto frutto, sorprendendo non solo i pagani greci ma gli stessi discepoli. Proprio al termine dell'omelia il Cardinale ha usato un parallelo: Donnino è il chicco di grano che muore e porta il frutto della Chiesa di Fidenza e per questo ha detto: "vi auguro con il suo aiuto di rimanere saldi e fervorosi nella fede sino alla morte".

Massimiliano Franzoni


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

10.jpg

Sostieni AC

Cerca

Eventi

Luglio 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Facebook Image

Link

News su AC