“Tutto da scoprire” il cammino dell’ACR

Si è avviato anche quest’anno il cammino delle domeniche ACR. Il primo appuntamento è stato presso la Rocca di Monticelli ospiti della Parrocchia di San Lorenzo.

"Tutto da scoprire” è lo slogan del nuovo anno associativo. L'itinerario formativo vuole condurre i bambini e i ragazzi a incontrare il mistero di Gesù Cristo assumendo come prospettiva la sequela. Nell'immaginario comune seguire qualcuno è l'esatta antitesi dell'essere se stessi. Eppure proprio “quando l'uomo pensa che allontanandosi da Dio troverà se stesso, la sua esistenza fallisce”.

Attraverso la drammatizzazione iniziale, che si è svolta in un immaginario laboratorio, sono stati lanciati ai ragazzi gli interrogativi dell'uomo di ogni tempo. Come realizzare un progetto di senso che dia quotidiano valore all'esistenza?

I ragazzi hanno espresso la loro energia ballando tutti insieme l'inno: "Tutto da scoprire quello che mi porta a Te, la inventiamo insieme questa formula perché testimoniando la Parola rendendola ogni volta nuova con l'ACR ci riesco anche io". Don Mauro Manica, assistente generale dell'Azione Cattolica di Fidenza, ha annunciato il Vangelo. Il brano di riferimento per quest'anno è il Vangelo di Marco (6,45-52). I ragazzi si scoprono scelti, costretti dal Maestro a passare all'altra riva: è Lui a scommettere su di loro e sulle loro qualità. È un percorso che richiede la consapevolezza degli strumenti dati in dotazione per mettersi in cammino.

I ragazzi delle medie hanno guardato il video Look Up e poi attraverso un dibattito hanno riflettuto sul significato della tecnologia e dei nuovi mezzi di comunicazione, che ci tolgono il contatto fisico con l'altra persona e non ci permettono di arrivare alla vera conoscenza. I veri modi di comunicare sono tre: la parola, l'ascolto, che è molto differente dal sentire, e la comunicazione che viene dal cuore che porta all'esprimere i propri sentimenti e svelare agli altri il proprio tesoro.

I bambini delle elementari hanno giocato con giochi a tema riflettendo sulle parole: ascolto, aiuto, accoglienza e pazienza. 

Dopo la pausa merenda, si è svolto il momento conclusivo con il gesto finale. I ragazzi hanno riflettuto sulla disponibilità che si declina con l'accoglienza del gruppo e l'invito a rendere la propria vita un'invenzione bella ed entusiasmante. È riconoscere nell'altro una risorsa per mettersi insieme sui passi del Maestro. È sapersi affidare al Signore laddove le proprie capacità si mostrano insufficienti. I ragazzi hanno fatto un  momento di silenzio dove si sono interrogati su cosa manca loro per essere disponibili. Hanno riempito la loro provetta con la sabbia colorata per ricordarsi cosa chiedere al Signore per diventare testimoni credibili e per impegnarsi a proseguire nel cammino.

Il prossimo appuntamento da non perdere è il ritiro d'Avvento il 14 dicembre presso la Parrocchia della Cattedrale.

Denise Biemosi
Responsabile Diocesana ACR

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

5.jpg

Sostieni AC

Cerca

Eventi

Maggio 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Facebook Image

Link

News su AC