Alla ricerca della Verità! Campo diocesano ACR

La Casa per ferie Madonna delle Nevi ha ospitato anche quest'anno il campo diocesano ACR. L'inno dell'anno associativo acierrino "Tutto da Scoprire" ha riempito l'intera Val Rendena. Hanno preso parte al campo una settantina di ragazzi tra gli undici e i tredici anni provenienti dalle parrocchie della diocesi di Fidenza, accompagnati dall'assistente generale Don Mauro Manica, dai responsabili diocesani ACR Denise e Rossella e dagli affiatati educatori e animatori dell'equipe diocesana.

Durante gli otto giorni di campo gli acerrini hanno avuto la possibilità di incontrare una grande testimone della fede: Maria del Villaggio delle Formiche.

ACR: io ci sono

Erano 160 i ragazzi dell'ACR che hanno vissuto domenica 1 marzo il ritiro di Quaresima presso la Parrocchia di San Giuliano.

All'inizio della giornata i ragazzi, provenienti da diverse parrocchie della Diocesi, sono stati accolti dai loro coetanei della parrocchia ospitante, che hanno consegnato loro un pass con la scritta "o ci sono", segno della disponibilità alla chiamata del Signore.

Gli Acierrini hanno gremito la Chiesa Parrocchiale assistendo alla Santa Messa presieduta dal parroco e Assistente Generale dell’Azione Cattolica Diocesana Don Mauro Manica, che nella sua omelia, commentando il Vangelo della Trasfigurazione, ha sottolineato come sia importante salire sulla "montagna" per poter cambiare la prospettiva e vedere le cose dall'alto. I nostri problemi visti dall’alto ci appaiono più chiari e le soluzioni possibili. I discepoli sono saliti sulla montagna con Gesù ed hanno assaporato la pienezza di stare soli con Lui.

Andò verso di loro

Il cammino dell'Acr continua! I ragazzi, provenienti da tutta la Diocesi di Fidenza, si sono trovati nella Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore in Fidenza per vivere il ritiro d'Avvento.

L'esperienza di preparazione al Natale è iniziata con la partecipazione alla Messa domenicale delle 10.30, dove i ragazzi sono stati ricordati nella preghiera dal parroco Don Felice Castellani.

Dopo l'allegria e la convivialità del pranzo, i ragazzi hanno iniziato le attività. Come in ogni “Domenica ACR” di quest’anno il lancio è stato fatto dagli scienziati del laboratorio “Tutto da scoprire” e dall'Inno Acr. Il Vangelo, che fa da guida in questo anno è quello di Marco (6,45-52), in modo particolare la riflessione di questo incontro era sulla frase: “già verso l'ultima parte della notte andò verso di loro camminando sul mare, e voleva oltrepassarli”. Don Stefano Bianchi, assistente diocesano dell'Acr, durante la riflessione ha letto la poesia di una bambina di 12 anni malata di una malattia terminale che invita a rallentare e a fermarsi. La vita non è una corsa va vissuta e assaporata con calma.

“Tutto da scoprire” il cammino dell’ACR

Si è avviato anche quest’anno il cammino delle domeniche ACR. Il primo appuntamento è stato presso la Rocca di Monticelli ospiti della Parrocchia di San Lorenzo.

"Tutto da scoprire” è lo slogan del nuovo anno associativo. L'itinerario formativo vuole condurre i bambini e i ragazzi a incontrare il mistero di Gesù Cristo assumendo come prospettiva la sequela. Nell'immaginario comune seguire qualcuno è l'esatta antitesi dell'essere se stessi. Eppure proprio “quando l'uomo pensa che allontanandosi da Dio troverà se stesso, la sua esistenza fallisce”.

Attraverso la drammatizzazione iniziale, che si è svolta in un immaginario laboratorio, sono stati lanciati ai ragazzi gli interrogativi dell'uomo di ogni tempo. Come realizzare un progetto di senso che dia quotidiano valore all'esistenza?

I have a dream l’ACR

Si è svolto a Caderzone Terme il campo scuola dell'Aziona Cattolica Ragazzi. I ragazzi provenienti da diverse parrocchie della diocesi sono stati accompagni da Don Mauro, assistente diocesano dell'Azione Cattolica, da Don Robert e da una equipe di educatori. Quest'anno il campo si è svolto insieme ai ragazzi dell'ACG e questo ha permesso di trasmettere il senso di famiglia che si respira nell'esperienza associativa, ma anche il vedere una prospettiva per i più piccoli e un senso di accompagnamento alla crescita per i più grandi. Tutti si era corresponsabili degli altri, ognuno secondo la propria età e la propria inclinazione.

Guida del campo è stato Martin Luther King, un vero e proprio Estremista dell'Amore. Uomo semplice, ma che ha combattuto per il suo sogno.

Indossa un abito nuovo

Questo il tema della giornata vissuta dai ragazzi dell’ACR domenica 16 marzo, quale Ritiro di Quaresima, tempo di preparazione per eccellenza all'evento che i cristiani attendono più di ogni altro durante l’anno.

Ospiti della parrocchia di San Paolo, i ragazzi hanno vissuto la Messa della comunità. Dopo la celebrazione, pranzo insieme preparato da alcuni giovani volontari, seguito da un momento di gioco a tema: cosa mi metto oggi? 

Il gioco, fondato sul travestimento, è stato l’occasione per riflettere su questo tempo di attesa dell’incontro con Gesù Pane di vita. Anche Gesù si è preparato al grande evento della Pasqua lasciando la sua veste per indossare il grembiule del servizio. Sulla croce, poi, spogliato di tutto, ci ha mostrato come l’offerta di sé nella carità sia l’unico abito del cristiano.

I ragazzi dell'ACR e Il seme, il fiore e il frutto

Ritiro d’Avvento con l’ACR.

Una cinquantina di ragazzi provenienti da varie parrocchie ha partecipato, domenica 1° dicembre, al ritiro di Avvento organizzato dall’ACR diocesana. Il momento, particolarmente significativo, si è inserito nel percorso annuale delle “domeniche acr” e si è tenuto nella splendida cornice della nostra Cattedrale. I ragazzi, accompagnati dagli educatori, hanno partecipato insieme alla Messa animata da giovani e da bambini della comunità e celebrata da Don Stefano, parroco e assistente ACR, che ha aiutato i partecipanti a scoprire o riscoprire il significato di questo Tempo liturgico.

Non c’è gioco senza Te

Il volo di grandi cuori vermigli verso “mete alte” ha caratterizzato, domenica 16 settembre, la Festa del Ciao, organizzata dall’ACR diocesana per introdurre il tema del nuovo anno associativo.

Dopo la pausa estiva, durante la quale parecchi hanno condiviso l’esperienza del campo scuola al Passo Falzarego, i ragazzi, arrivati da varie parrocchie della Diocesi,  si sono ritrovati presso l’oratorio di San Paolo. Insieme hanno rinnovato la scelta di proseguire il loro cammino, accettando l’invito di Dio alla festa della comunione con Lui.

“Non c’è gioco senza te” è lo slogan che accompagna il nuovo itinerario, slogan che invita i bambini e i ragazzi a comprendere la bellezza del mettersi in gioco con l’altro e con il Signore della vita. La comunità cristiana, comunità dei discepoli di Cristo, è il luogo privilegiato per comprendere che il gioco è più bello se condiviso; se aiuta a crescere nella conoscenza di sé e dell’altro; se non è solo per il proprio divertimento, ma per la costruzione di relazioni autentiche; se educa, anche, a prendersi cura della vita della propria comunità cittadina.

Incontro dei ragazzi delle diocesi d’Italia "Ti credo! Tutto parla di te"

Era presente anche una delegazione dell’ACR diocesana di Fidenza al pellegrinaggio dell’associazione nazionale sulla tomba di Pietro, svoltosi lo scorso 6-7 settembre.

Tremila ragazzi da tutte le diocesi italiane e una rappresentanza della Federazione Internazionale di Azione Cattolica hanno ripetuto il loro SI sulla tomba di Pietro, accompagnati dal Cardinale Angelo Comastri Vicario Generale di Papa Francesco per la Città del Vaticano. Il giorno successivo nei giardini Vaticani hanno discusso insieme al Cardinale Agostino Vallini (vicario di Papa Francesco per la Diocesi di Roma), al presidente nazionale dell’AC Franco Miano, all’assistente generale dell’AC S.E. Mons. Domenico Sigalini e alla responsabile nazionale dell’ACR Anna Teresa Borrelli, sulla chiesa bella del Concilio. Il tutto è stato condito da giochi, balli e canti.

In vacanza con Camilla

Si è svolto a Pian di Falzarego il Campo Scuola dell’Azione Cattolica Ragazzi Diocesana. I ragazzi, provenienti da diverse parrocchie, sono stati accompagnati dall’assistente ACR  Don Stefano Bianchi, da Don Robert Lokossou e da una preparatissima  équipe di educatori ed animatori.

Guida del campo è stata quest’anno Camilla, un’adolescente che, dall’odio per la politica,  ha accompagnato i ragazzi alla scoperta del suo profondo significato: la politica, costruendo ponti tra le persone, “fa vincere le buone idee e aiuta a parlarsi invece di litigare”.

Il tema è stato molto coinvolgente ed ha permesso di toccare vari argomenti, dal “Fare del bene è un boomerang, torna sempre indietro”, al “Rispettarsi e aiutarsi conviene a tutti”, alla necessità di pronunciare parole gentili “che sono contagiose”, al  perdono, all’affermazione che “Gesù è nato per tutti”, fino alle parole chiave Ascoltare, Partecipare, Servire, punti fermi della politica, ma anche della vita intesa non come un percorso solitario, ma come viaggio con la comunità e con Gesù, per costruire insieme il suo Regno. Questi i valori universali  che i ragazzi hanno cercato di conoscere a fondo, partendo dalle pagine del Vangelo, riflettendo sugli spunti offerti dagli assistenti e sui sussidi preparati dagli educatori.

6.jpg

Sostieni AC

Cerca

Eventi

Luglio 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Facebook Image

Link

News su AC